Online il portale ENEA sulle ristrutturazioni che comportano risparmio energetico!

Bonus casa 2019: online il portale ENEA. Presentato mercoledi, 21 novembre, il portale per la trasmissione delle informazioni da comunicare all’ENEA per ottenere le detrazioni fiscali del 50% sugli interventi edilizi e tecnologici.

La trasmissione dei dati, si ricorda, dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Per gli interventi già conclusi, il termine dei 90 giorni per l’invio delle informazioni decorre da mercoledi 21 novembre 2018, ed è raggiungibile all'indirizzo ristrutturazioni2018.enea.it/

Gli interventi ammissibili alla detrazione riguardano: riduzione delle dispersioni termiche di pareti verticali, coperture e pavimenti, sostituzione di infissi, installazione di collettori solari, sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione, generatori di calore ad aria a condensazione, pompe di calore per climatizzazione degli ambienti, sistemi ibridi, microcogeneratori, sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore, installazione di generatori di calore a biomassa, installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati, sistemi di termoregolazione e building automazione, impianti fotovoltaici, installazione di elettrodomestici di classe energetica elevata collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017.

Maggiori informazioni


EMISSIONI CO2 IN ITALIA

EMISSIONI CO2 IN ITALIA: I DATI ISPRA

 

L’Ispra ha pubblicato i dati delle emissioni in atmosfera di gas serra del secondo trimestre 2018.

 

I risultati parlano di un incremento delle emissioni dovuto principalmente ai settori dei trasporti (+1,3%) e del riscaldamento (+3,1%).

Invece, prevalentemente grazie alla sostituzione del carbone con il gas naturale e a una riduzione dei consumi, si è registrato un calo della produzione di energia (-2,1%) nei settori delle produzioni stazionarie.

Il settore industriale rimane stabile, mentre la gestione dei rifiuti presenta delle emissioni in riduzione del 3,8% grazie allo sviluppo dei sistemi di selezione e trattamento.

 

ISPRA_Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

 


LE RINNOVABILI NEL 2050

2050: RINNOVABILI, DOMANDA FLESSIBILE E BATTERIA CAMBIERANNO IL SISTEMA ELETTRICO

 

Il New Energy Outlook 2018 di Bloomberg sostiene che nel 2050 a livello mondiale le rinnovabili copriranno la metà della produzione elettrica, grazie anche allo sviluppo delle batterie.

I dati del rapporto sono i seguenti:

  • la generazione del Vecchio Continente crescerà dello 0,2% l’anno nel periodo 2018-2050, e per un totale del 7,4% entro il 2050;
  • le rinnovabili in Italia e Spagna primeggeranno in Europa, coprendo rispettivamente il 98% e il 99% della produzione di elettricità;
  • lo sviluppo dei veicoli elettrici sarà un fattore chiave perché andrà ad aumentare la domanda, pari a un quinto della domanda totale nel 2050;
  • infine si prevede uno stanziamento globale di 11.500 miliardi di dollari al 2050 negli asset della generazione, di cui l’86% riservato per le tecnologie zero-emissioni.

 

New Energy Outlook 2018


AMIANTO: SI RICHIEDE IL RIPRISTINO DI INCENTIVI FISCALI

AMIANTO: SI RICHIEDE IL RIPRISTINO DI INCENTIVI PER LA SOSTITUZIONE CON FOTOVOLTAICO

 

Sono state consegnate al ministro dell’Ambiente Sergio Costa 55mila firme della petizione #bastaAmianto che chiede di ripristinare un efficace strumento: un incentivo fiscale per l’installazione di impianti fotovoltaici in sostituzione di coperture in amianto.

 

“Sostituire tetti con pannelli fotovoltaici – ha commentato il ministro Costa – ha la doppia valenza di ridurre la contaminazione da amianto e sviluppare una coscienza e una sensibilità verso le energie rinnovabili. Su questo, quindi, ci sarà il nostro impegno ma non basta. La cabina di regia sull’amianto valuterà anche il tema, altrettanto importante, dello smaltimento. L’Italia ha un enorme deficit su questo e camion carichi di amianto percorrono il Paese per trovare discariche al nord o all’estero. Serve una riflessione profonda che tenga conto anche delle più moderne tecnologie inerenti l’inertizzazione e la messa in sicurezza.”

 

Fino al 2013, quando l’incentivo è stato soppresso, sono stati bonificati oltre 20 milioni di metri quadri di coperture di amianto in meno di due anni, realizzando oltre 2.000 MW di potenza in impianti fotovoltaici.


NUOVA DIRETTIVA UE RINNOVABILI

NUOVA DIRETTIVA UE RINNOVABILI: OBIETTIVO 32%

 

Il 27 Giugno 2018 è stato approvato dagli Ambasciatori UE l’accordo provvisorio, raggiunto dal Consiglio con il Parlamento Europeo, sulla revisione della direttiva delle energie rinnovabili: questo permetterà una transizione dell’Europa verso fonti di energia pulita (solare, idrica, eolica, maremotrice, geotermica, biomassa).

L’obiettivo principale dell’accordo è di arrivare entro il 2030 a un 32% di energia da fonti rinnovabili a livello dell’UE.

Vi sono altri elementi chiave, quali l’apertura volontaria del sostegno per le energie rinnovabili agli Stati membri limitrofi a un ritmo di almeno il 5% tra il 2023 e il 2026 e il 10% tra il 2027 e il 2030 e la semplificazione e razionalizzazione delle procedure autorizzative con un termine massimo di due anni per i progetti regolari e di un anno in caso di ripotenziamento.

La direttiva può dunque essere presentata per l’approvazione al Parlamento  Europeo, la cui votazione è prevista nel mese di Ottobre 2018, per poi ritornare al Consiglio per l’adozione definitiva.


DECRETO CORRETTIVO CERTIFICATI BIANCHI

EFFICIENZA ENERGETICA: IN VIGORE IL DECRETO CORRETTIVO CERTIFICATI BIANCHI

 

Dall’11 Luglio 2018 è in vigore il decreto correttivo dei Certificati Bianchi per i progetti di efficienza energetica che modifica, in parte, il contenuto del D.M. 11 Gennaio 2017.

Il decreto, annunciato da tempo, ha lo scopo di stabilizzare l’andamento del prezzo dei titoli di efficienza energetica introducendo delle disposizioni per semplificare il sistema, dare maggior flessibilità e ulteriori chiarimenti.

 

Le novità sono molte, tra le più significative vi sono:

  • un’integrazione con nuove tecnologie dell’elenco dei progetti ammissibili, in particolar modo nel settore industriale
  • la non cumulabilità dei TEE con altri incentivi a carico delle tariffe dell’energia elettrica e del gas e con altri incentivi statali (fatto salvo alcune eccezioni)
  • la parziale cumulabilità con il superammortamento
  • l’introduzione di un valore massimo di riconoscimento per i titoli di efficienza energetica pari a 250 € per ciascun titolo.

 

Per leggere la versione integrale della Gazzetta Ufficiale del decreto correttivo: Gazzetta Ufficiale.

Come Smart Future possiamo seguire tutte le pratiche per l’ottenimento dei Certificati Bianchi. Per maggiori informazioni non esitare a contattarci!


MOBILITÀ ELETTRICA: UN INCONTRO DI IDEE E CONDIVISIONI

SEMINARIO SULLA MOBILITÀ ELETTRICA

Un incontro di idee e condivisioni

 

In data 10 Luglio 2018 si è svolto a Vicenza il seminario “Mobilità Elettrica: E-Bus Charger & Sistemi di Controllo” presso l’azienda EEI SpA.

Organizzato da EEI SpA rappresentata dal Vice Presidente Ing. Luca Balbo in collaborazione con Smart Future srl, rappresentata dall’AD dott. Alessandro Fracasso, l’incontro ha visto coinvolti anche Toshiba International Corporation, rappresentata dai referenti Katsuyoshi Suzuki San, Manager of Battery Division (Giappone), e Mr. Mark Edmunds, General Manager – Industrial & Social Infrastructure (Australia). Ha chiuso i lavori una presentazione su sistemi di ricarica a mezzo di colonnine a cura del dott. Colombara di Lampionet srl. realtà vicentina operante in tale ambito da diverso tempo.

Un programma intenso e innovativo, che grazie a Toshiba ed al contributo tecnico di EEI ha spaziato dai sistemi di ricarica veloce alla loro realizzazione e manutenzione locale, dalle batterie ad alte prestazioni per il trasporto pubblico ai sistemi di gestione e controllo da remoto.

Il pubblico, formato da referenti di alcune delle maggiori aziende di mobilità elettrica del Nord Italia, è stato numeroso e attivamente coinvolto, interessato a condividere idee e curiosità.

Al termine della presentazione si è svolta una visita presso gli stabilimenti di EEI spa dove sono state viste alcune lavorazioni ad alto contenuto tecnologico in ambito storage e ricarica veloce (cd Fast Charger), pronte ad essere inviate presso clienti di Medio Oriente e Australia.

 “Collaborare attivamente nell’organizzazione di incontri aventi per oggetto queste tematiche rappresenta un’attività in linea con il business di Smart Future, da sempre interessata ai temi della sostenibilità e della mobilità elettrica in particolare nei quali l’azienda punta ad offrirsi come sistem integrator per la parte di progettazione e project management” afferma l’Amministratore Delegato di Smart Future srl, Alessandro Fracasso.

Luca Balbo, Vice Presidente di EEI SpA, ha commentato: “Negli anni la nostra azienda ha saputo mettere a punto tecnologie sempre all’avanguardia, che esportiamo da sempre verso mercati altamente competitivi. Siamo sicuri che da momenti come questo possano scaturire opportunità di business anche nel mercato italiano ed europeo, in particolare sui temi della mobilità elettrica ed in questo aspetto è per noi fondamentale la partnership con Toshiba International Corporation che ringraziamo per l’elevato contributo tecnico portato al nostro seminario”.

Katsuyoshi Suzuki San, Manager della Divisione Batteria di Toshiba International Corporation, afferma: “Siamo interessati a valutare il mercato italiano delle infrastrutture, in particolar modo della mobilità elettrica, e abbiamo colto l’opportunità dataci da EEI che rappresenta un partner importante.”


CIRCOLARE MISE

IPERAMMORTAMENTO: CIRCOLARE MISE

 

Il 23 Maggio 2018 è stata pubblicata un’ulteriore circolare, la n. 177355, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) riguardante le specifiche applicazioni dell’iperammortamento.

La circolare fornisce ulteriori chiarimenti sull’individuazione dei beni agevolabili e il requisito dell’interconnessione.

L’agevolazione, il cui obiettivo è supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi, si rivolge a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa e si applica agli investimenti effettuati nel corso del 2018.

Per consultare la circolare: circolare_23_maggio_2018_iperammortamento


OBIETTIVO 59 % QUOTA RINNOVABILI

ITALIA: OBIETTIVO DEL 59% DI QUOTA DI RINNOVABILI ENTRO IL 2030

 

La European Climate Foundation e il consorzio Energy Union Choices hanno pubblicato il rapporto “Più pulita, intelligente e conveniente: come cogliere le opportunità della transizione energetica in Europa”.

Il documento analizza le potenzialità di aggiornamento e superamento del pacchetto sull’Energia Pulita (CEP) costruendo due scenari per il 2030, il Baseline e l’Opportunity, che considerano le più recenti stime dei costi relative alle nuove tecnologie.

Per quanto riguarda l’Italia, l’obiettivo è di raggiungere entro il 2030 il 59% di quota rinnovabili nel consumo interno di elettricità rispetto al 55% indicato dalla Strategia Energetica Nazionale (SEN).

Il fotovoltaico ha un ruolo fondamentale, i dati mostrano che potrebbe raggiungere i 52 GW della capacità installata complessiva (+174% rispetto al 2015) contribuendo, quindi, a soddisfare oltre il 22% della domanda di elettricità in Italia.

Per consultare il rapporto: Più pulita, intelligente e conveniente come cogliere le opportunità della transizione energetica in Europa


Ristrutturazioni edilizie 2018

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: NUOVA GUIDA 2018

Aggiornata la nuova guida alle ristrutturazioni edilizie dell'Agenzia delle Entrate

Tra le agevolazioni quella più conosciuta è disciplinata dall'articolo 16 bis del Dpr 917/86 che consiste in una detrazione dall'irpef del 36% delle spese sostenute per un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 € per unità immobiliare.

Il decreto legge n. 83/2012 ha poi elevato al 50% la percentuale di detrazione e ha portato a 96.000 € l'importo massimo delle spese per unità immobiliare.

Con la legge di bilancio 2018 (legge n. 205 del 27 dicembre 2017) sono state prorogate le detrazioni fiscali al 50% fino al 31 dicembre 2018. Fatto salvo non intervenga una nuova proroga, dal 1/01/2019 ritorneranno al 36%.

Tra le novità previste dalla Legge di Bilancio:

  • proroga al 31/12/2018;
  • obbligo di trasmettere all'ENEA le informazioni sui lavori eseguiti;
  • le detrazioni possono essere usufruite anche dagli Istituti autonomi per le case popolari e dagli enti che hanno le stesse finalità sociali dei predetti istituti;
  • la determinazione del valore dei beni significativi va effettuata sulla base dell'autonomia funzionale delle parti staccate rispetto al manufatto principale. Inoltre, la fattura emessa da chi realizza l'intervento deve specificare, oltre all'oggetto della prestazione, anche il valore dei "beni significativi" forniti con lo stesso intervento.

Per consultare la guida completa: Guida_Ristrutturazioni_edilizie_2018