Bonifica amianto

INCENTIVI PER LA BONIFICA DELL'AMIANTO

INCENTIVI PER LA BONIFICA DELL’AMIANTO

La presenza di amianto nei tetti degli edifici è ancora particolarmente importante nelle costruzioni di vecchia data industriali, private e pubbliche. Questo materiale è risultato essere pericoloso per la salute dell’uomo e per tale motivo, in Italia, ne è stata vietata la produzione e la vendita dal 1992 (Legge 27 marzo 1992, n°257).

In particolare, negli ultimi anni, per incentivare le persone a rimuovere l’amianto dai propri edifici è stata introdotta la possibilità di beneficiare di alcune detrazione fiscali specifiche.

 

LE DETRAZIONI FISCALI PER LO SMALTIMENTO DELL’AMIANTO

Esistono degli strumenti agevolativi che incentivano la rimozione dell’amianto dai propri immobili e, nello specifico:

  1. Bando INAIL 2020/2021: permette alle aziende di ottenere un contributo del 65% dell’importo per una spesa compresa tra i 5.000,00 e 130.000,00 euro. Il limite minimo di spesa non è però previsto per le imprese fino a 50 dipendenti che presentino progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Clicca qui per leggere il bando);
  2. ECOBONUS 65%SUPERBONUS 110%: nel caso in cui si decida di rimuovere l’amianto con successiva installazione di una nuova copertura (quest’ultima deve corrispondere ad un impianto fotovoltaico). La detrazione sarà validata solo nel caso in cui vengano soddisfatti tutti i requisiti richiesti.

 

LA PROPOSTA DI SMART FUTURE

Offriamo ai nostri clienti l’opportunità di realizzare un intervento chiavi in mano di bonifica dell’amianto abbinato all’installazione di un impianto fotovoltaico individuando l’agevolazione fiscale su misura per il cliente, supportandolo quindi in tutte le fasi previste. Un unico interlocutore a cui rivolgersi per eliminare un problema ed ottenere un beneficio.

Per maggiori informazioni è possibile contattarci al numero 0444 1241095 oppure mandare una mail info@smartfuture.eu.

Vuoi conoscere la storia della nostra azienda? Clicca qui


Scadenza dichiarazioni

Scadenza dichiarazioni di consumo energia elettrica

Smart Future informa tutte le aziende che sono in possesso di una licenza d’officina elettrica rilasciata dall’Agenzia delle Dogane che la scadenza per la compilazione e l’invio delle dichiarazioni di consumo dell’energia elettrica relative all’anno 2020 è fissata al 31 marzo 2021.

I soggetti interessati sono:

      • coloro che versano le accise direttamente all’agenzia delle dogane
      • i titolari di impianti fotovoltaici con potenza maggiore di 20 kW, in regime di Scambio sul Posto o Cessione Parziale, che utilizzano l’energia prodotta in luoghi diversi dall’ abitazione
      • i titolari di impianti di produzione che cedono totalmente in rete l’energia elettrica prodotta

Da quest’anno però l’Agenzia delle dogane ha previsto nuove modalità per l’invio delle dichiarazioni. Sarà infatti necessario utilizzare la Nuova Piattaforma di Accoglienza usufruendo di uno dei due possibili canali : System to System (S2S) o User to System (U2S).

A differenza degli anni scorsi quindi non sarà necessario scaricare un software specifico per la compilazione delle dichiarazioni ma l’intera operazione potrà essere effettuata direttamente sul sito delle dogane.


Promozione impianto fotovoltaico

Promozione Fotovoltaico con cessione del credito

Smart Future propone per il mese di Gennaio una promozione speciale per l’installazione di un impianto fotovoltaico nella propria abitazione con la possibilità di usufruire della cessione del credito. Nello specifico sarà possibile scegliere tra due opzioni: Small e Medium.

        • Opzione Impianto Small: Fotovoltaico Smart 4,2 kWp chiavi in mano + accumulo da 10kWh.Prezzo 5.900 euro iva inclusa in 48 rate da 144 euro/mese**
        • Opzione Impianto Medium: Fotovoltaico Smart 6,0 kWp chiavi in mano + Accumulo da 15kWh.Prezzo 7.900 euro iva inclusa in 48 rate da 192 euro/mese**

 

Caratteristiche specifiche della promozione:

        • Moduli da 300Wp monocristallini
        • Garanzia 10 anni sul prodotto
        • Garanzia di rendimento dell’87% al 25°anno
        • Inverter con garanzia di 5 anni sul prodotto e 10 anni sulle performance

L’offerta prevede il servizio chiavi in mano comprensivo di fornitura, installazione, allaccio alla rete elettrica e collaudo impianto.

 

**Operazione soggetta a finanziamento per importo rate prestabilito e previa verifica da parte dell’istituto di credito. Prezzi validi fino al 31/01/2021. Dopo il 31/01/2021 i prezzi potranno essere soggetti a variazione per aggiornamento listini. I prezzi sono considerati per condizioni standard dell’immobile, ove si verificassero condizioni non standard verranno quotate le voci non comprese.

PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL FORM OPPURE CONTATTACI AL NUMERO 0444 1241095


BANDO REGIONE VENETO PER LA RIMOZIONE DELL'AMIANTO

Bando Regione Veneto per la Rimozione e lo Smaltimento dell'Amianto

Bando Regione Veneto per la Rimozione e lo Smaltimento dell’Amianto

Alla Regione del Veneto sono stati assegnati 10.157.796,45 di euro per l’individuazione di interventi finalizzati alla rimozione e allo smaltimento dell’amianto da edifici scolastici, ospedalieri e altri edifici di proprietà pubblica. Nello specifico, il provvedimento è di competenza del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e fa parte dei programmi previsti dal “Piano Operativo Ambiente FSC 2014-2020”.

Con questo Bando la Regione del Veneto, nel suo ruolo di RUA, persegue l’obiettivo di individuare gli interventi da attuare fino al raggiungimento del plafond assegnato, attraverso gli Enti Pubblici che ne faranno richiesta e che assolveranno il ruolo di soggetti attuatori nonché Beneficiari ultimi del contributo.

 

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari del contributo possono essere Enti pubblici proprietari di edifici scolastici, ospedalieri o di altri edifici pubblici in cui siano presenti dei manufatti contenenti amianto da rimuovere. Vengono incluse inoltre anche le strutture di rispettiva pertinenza alle attività svolte (ad esempio palestre, biblioteche, servizi…).

 

IMPORTO DEL CONTRIBUTO

L’entità del contributo massimo è del 100% del costo ammissibile e non vi sono limiti di importo. Sono ammesse inoltre anche le spese per il trasporto dei rifiuti presso gli impianti autorizzati.

 

SCADENZA DEL BANDO

Il termine ultimo per la presentazione delle domande relative al Bando Regione Veneto per la rimozione dell’amianto è il 31 Dicembre 2020.

 

Clicca questo LINK per saperne di più. Ti interessa avere maggiori informazioni? Manda una mail a info@smartfuture.eu oppure contattaci al numero 0444 1241095. 

 


Energivori: Apertura straordinaria del Portale

Da lunedì 18 marzo fino a martedì 16 aprile, l’ARERA aprirà in via straordinaria il Portale per la presentazione delle dichiarazioni delle imprese a forte consumo di energia elettrica ai fini del riconoscimento delle agevolazioni per gli anni 2017, 2018 e 2019.

Lo staff di Smart Future è a disposizione per fornire maggiori dettagli

 

Leggi la circolare

 

 


Online il portale ENEA sulle ristrutturazioni che comportano risparmio energetico!

Bonus casa 2019: online il portale ENEA. Presentato mercoledi, 21 novembre, il portale per la trasmissione delle informazioni da comunicare all’ENEA per ottenere le detrazioni fiscali del 50% sugli interventi edilizi e tecnologici.

La trasmissione dei dati, si ricorda, dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Per gli interventi già conclusi, il termine dei 90 giorni per l’invio delle informazioni decorre da mercoledi 21 novembre 2018, ed è raggiungibile all'indirizzo ristrutturazioni2018.enea.it/

Gli interventi ammissibili alla detrazione riguardano: riduzione delle dispersioni termiche di pareti verticali, coperture e pavimenti, sostituzione di infissi, installazione di collettori solari, sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione, generatori di calore ad aria a condensazione, pompe di calore per climatizzazione degli ambienti, sistemi ibridi, microcogeneratori, sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore, installazione di generatori di calore a biomassa, installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati, sistemi di termoregolazione e building automazione, impianti fotovoltaici, installazione di elettrodomestici di classe energetica elevata collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017.

Maggiori informazioni