INCENTIVI PER LA BONIFICA DELL’AMIANTO

La presenza di amianto nei tetti degli edifici è ancora particolarmente importante nelle costruzioni di vecchia data industriali, private e pubbliche. Questo materiale è risultato essere pericoloso per la salute dell’uomo e per tale motivo, in Italia, ne è stata vietata la produzione e la vendita dal 1992 (Legge 27 marzo 1992, n°257).

In particolare, negli ultimi anni, per incentivare le persone a rimuovere l’amianto dai propri edifici è stata introdotta la possibilità di beneficiare di alcune detrazione fiscali specifiche.

 

LE DETRAZIONI FISCALI PER LO SMALTIMENTO DELL’AMIANTO

Esistono degli strumenti agevolativi che incentivano la rimozione dell’amianto dai propri immobili e, nello specifico:

  1. Bando INAIL 2020/2021 (in scadenza il 26 febbraio 2021): permette alle aziende di ottenere un contributo del 65% dell’importo per una spesa compresa tra i 5.000,00 e 130.000,00 euro. Il limite minimo di spesa non è però previsto per le imprese fino a 50 dipendenti che presentino progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Clicca qui per leggere il bando); 
  2. ECOBONUS 65%SUPERBONUS 110%: nel caso in cui si decida di rimuovere l’amianto con successiva installazione di una nuova copertura (quest’ultima deve corrispondere ad un impianto fotovoltaico). La detrazione sarà validata solo nel caso in cui vengano soddisfatti tutti i requisiti richiesti.

 

LA PROPOSTA DI SMART FUTURE

Offriamo ai nostri clienti l’opportunità di realizzare un intervento chiavi in mano di bonifica dell’amianto abbinato all’installazione di un impianto fotovoltaico individuando l’agevolazione fiscale su misura per il cliente, supportandolo quindi in tutte le fasi previste. Un unico interlocutore a cui rivolgersi per eliminare un problema ed ottenere un beneficio.

Per maggiori informazioni è possibile contattarci al numero 0444 1241095 oppure mandare una mail info@smartfuture.eu.

Vuoi conoscere la storia della nostra azienda? Clicca qui