Efficienza energetica: Obbligo di pannelli solari sulle case per i nuovi edifici residenziali dal 2029

.

Ursula von der Leyen ha presentato il progetto della Commissione europea da 300 miliardi di euro per gas e transizione green.

La Commissione europea sta lavorando sull’obbligo di copertura solare per gli edifici commerciali e pubblici entro il 2025 e per i nuovi edifici residenziali entro il 2029. La Commissione propone anche di accelerare le procedure autorizzative per le energie rinnovabili e le relative infrastrutture.

Questo piano è previsto all’interno del REPowerEU:  risposta dell’Unione alle difficoltà e alle perturbazioni del mercato energetico globale causate dall’invasione russa dell’Ucraina. Come ha spiegato il presidente Ursula von der Leyen, c’è una doppia urgenza per trasformare il sistema energetico europeo: porre fine alla dipendenza dell’UE dai combustibili fossili russi e affrontare la crisi climatica.

Verso l’efficienza energetica e la transizione ecologica: il piano REPowerEU.

Tre gli obiettivi prefissati: il risparmio di energia, la diversificazione delle fonti
e l’accelerazione verso la transizione ecologica. Di fatto, il piano rappresenta uno
strumento importante non solo per rispondere nell’immediato al problema dell’approvvigionamento, ma anche per guardare sul lungo termine a una soluzione per combattere la crisi climatica.

L’”arma” più efficace a breve termine sembra essere appunto il risparmio energetico, per cui l’obiettivo di efficienza energetica dell’UE per il 2030 è stato incrementato,
passando dal 9% al 13%.

Le energie rinnovabili

Attenzione particolare è posta sulle energie rinnovabili, puntando a
innalzare l’obiettivo per il 2030 dal 40% al 45% nell’investimento in questo campo. In particolare, la strategia prevede il raddoppio della capacità solare fotovoltaica entro il 2025, con l’installazione di 600 GW entro il 2030.

Proprio per questo il piano prevede l’obbligo di copertura solare per gli edifici
commerciali
 e pubblici dal 2025 e per i nuovi edifici residenziali a partire
dal 2029, il raddoppio del tasso di diffusione delle pompe di calore e misure per integrare l’energia geotermica e solare termica nei sistemi di teleriscaldamento e comunali.

L’installazione e l’autoproduzione di energia elettrica con pannelli fotovoltaici è l’unica soluzione nel lungo termine per far fronte ai costi alti in bolletta!

Scegli anche tu il fotovoltaico e rivolgiti a noi per ottenere un’impianto su misura per le tue esigenze!

Desidero*:


100 kw tetto GDO

BANDO ISI INAIL 2021: dal 2 Maggio le domande per gli incentivi

.

100 kw tetto GDO

METTERE IN SICUREZZA LA TUA IMPRESA ORA É MOLTO SEMPLICE CON IL BANSO ISI INAIL 2021

Scatta la prima fase del bando ISI inail 2021, a sostegno di progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Dal 2 maggio 2022 al 16 giugno 2022 sarà attiva la procedura informatica per la compilazione della domanda. Le imprese potranno effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità e salvare la domanda inserita. Per accedere alla procedura di compilazione della domanda è necessario che il soggetto richiedente sia registrato sul portale Inail e associato ad una posizione assicurativa.

L’obiettivo del bando è di aiutare le aziende e le PMI.  Il bando dà la possibilità migliorare le proprie attrezzature nonché la qualità della vita e la sicurezza dei loro lavoratori. Questi contributi verranno assegnati fino ad esaurimento, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande che verranno inviate il giorno del Click Day.

BENEFICIARI DEGLI INTERVENTI

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e anche agli enti del terzo settore limitatamente all’Asse 2 di finanziamento.

QUALI SONO I PROGETTI AMMESSI A FINANZIAMENTO?

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

  • Investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2).
  • Riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2.
  • Bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3.
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4.
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5.

LA PROPOSTA SMART FUTURE

Il bando INAIL ISI 2021 rappresenta una preziosa opportunità per la riqualificazione del fabbricato, rivoluzionando nel contempo anche il modo di pensare l’impresa: rimuovendo le lastre di cemento amianto ed integrando la nuova copertura con pannelli fotovoltaici, l’impresa passa da nociva ed energivora a ecologicamente virtuosa.

 

Smart Future, tramite partner altamente qualificati, si propone di affiancare la vostra impresa nella:

  • Gestione dell’intero progetto di bonifica, dalle fasi preliminari alla realizzazione
  • Progettazione e la realizzazione di un impianto fotovoltaico per una migliore efficienza energetica dell’immobile.

Smart Future si occupa della gestione di tutte le fasi di progettazione di impianti fotovoltaici e di accumulo, occupandosi anche della realizzazione, della direzione lavori, della sicurezza antinfortunistica, il coordinamento in cantiere, la messa in opera e la gestione delle pratiche di allaccio con il Gestore di Rete.

L’opportunità offerta da Smart Future è quindi la realizzazione di un intervento chiavi in mano di bonifica dell’amianto abbinato all’installazione di un impianto fotovoltaico per migliorare la propria efficienza energetic

L’installazione e l’autoproduzione di energia elettrica con pannelli fotovoltaici è l’unica soluzione nel lungo termine per far fronte ai costi alti in bolletta!

Scegli anche tu il fotovoltaico e rivolgiti a noi per ottenere un’impianto su misura per le tue esigenze!

Desidero*:


BANDO REGIONE VENETO PER LA RIMOZIONE DELL'AMIANTO

BANDO VENETO RIPOSIZIONAMENTO COMPETITIVO MICRO E PMI

DI COSA SI TRATTA?

La Regione del Veneto ha approvato un nuovo bando per l’ introduzione di innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, di ammodernamento dei macchinari e degli impianti anche in un’ottica di promozione della digitalizzazione e di riconversione dell’attività produttiva verso un modello di economia circolare e sviluppo sostenibile.

Il Bando ha una dotazione finanziaria iniziale, per l’anno in corso, pari ad euro 33.500.000,00. È possibile l’assegnazione di risorse aggiuntive in caso di ulteriore futura disponibilità finanziaria.

BENEFICIARI:

Le micro e PMI regolarmente iscritte come “attive” al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente, che esercitano un’attività economica primaria/secondaria classificata con codici identificati nell’allegato C; Inoltre devono avere l‘unità operativa in cui realizza l’intervento in Veneto ed essere in regola con gli adempimenti previdenziali, assistenziali, assicurativi e di sicurezza.

AGEVOLAZIONE CONCESSA:

L’agevolazione è nella forma del contributo a fondo perduto, ed è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile. L’agevolazione viene concessa:

  • nel limite massimo di euro 150.000 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000;
  • nel limite minimo di euro 24.000 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a euro 80.000.

INTERVENTI AMMISSIBILI:

-Interventi di efficientamento energetico💡

-installazione di sistemi e componenti (quali ad esempio sostituzione di motori elettrici, installazione di inverter, rifasamento, sostituzione di gruppi di continuità, sistemi di controllo) in grado di contenere i consumi energetici nei processi produttivi

-sostituzione di cicli produttivi con cicli che comportino una riduzione dimostrata dei consumi elettrici/termici.

SCADENZA:

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 10.00 del giorno 25 novembre 2021, fino alle ore 12.00 del 9 febbraio 2022.

Per richiedere info sul bando contattaci alla nostra mail: info@smartfuture.eu

Oppure compila il form qui sotto